ViaggiE' tempo di lasciare alle spalle le nostre abitudini

Kashmir e Ladakh - Crogiuolo di Spiritualità

Un viaggio nell’India del nord, tra le catene montuose del Karakorum e dell’Himalaya, dove sono sorte alcune delle tradizioni e delle culture spirituali più antiche al mondo.
Il percorso prevede una immersione nella natura più imponente e nel misticismo più profondo, due aspetti che si specchiano uno nell'altro. Per questo è un'esperienza per viaggiatori interessati non solo ai luoghi e alle culture, ma anche alla trasformazione interiore. Infatti ci sarà anche la possibilità di meditare e praticare yoga. La struttura del viaggio è pensata per permettere a ciascuno di integrare le esperienze ed i vissuti: i tempi non sono serrati, non si va di corsa, c'è agio di stare nelle sensazioni e nei posti, di respirare in quei luoghi e assorbire un po' della magia e della spiritualità che li abita.

Il viaggio prevede, con voli da Delhi, di raggiungere Srinagar (Kashmir) e di rientrare da Leh, la capitale del Ladakh. I 434 km della strada che congiunge Srinagar, la capitale estiva del Kashmir, a Leh, capoluogo del distretto del Ladakh , che percorreremo in auto, fanno parte dell'immaginario di tutti i viaggiatori.

Srinagar è una piacevole cittadina adagiata sulle rive del pittoresco lago Dal e bagnata dalle acque del fiume Jheulm. L'altitudine media, il clima piacevole ed il paesaggio tipicamente montano, ricco di boschi e prati hanno sempre fatto della zona un ottimo rifugio estivo alla calura della pianura indogangetica. Già i sovrani Moghul usavano trascorrere a Srinagar l'estate, è infatti in questa regione che l'architettura dei giardini sviluppata dai Moghul raggiunse il suo apice.

Anche gli Inglesi apprezzavano molto il clima fresco della regione, ma il Maharaja locale vietò loro di possedere terreni nella valle e così per ovviare a questo, a fine 800 cominciarono a costruire case galleggianti sul lago, un brillante espediente che oggi ha fatto la fortuna turistica del Kashmir. Chiunque venga a trascorrere qualche giorno di relax in questa regione, infatti, soggiorna in uno di questi eleganti barconi dalla chiglia piatta, lunghi fino a 20 metri e dotati di ogni confort: camere da letto ampie, sale da pranzo e una comoda veranda per ammirare il lento scorrere della vita sul lago.

Qui inizia la strada che attraverso passi carrozzabili ad altezze improponibili e scorci di paesaggio di una bellezza struggente porta dalla verde valle del Kashmir fino al brullo paesaggio di alta montagna del Ladakh (il piccolo Tibet). Così stretta e sottile da obbligare al senso unico alternato, è una striscia polverosa che collega la cultura mussulmana a quella buddista. La prima tappa è Sonamarg poi Kargil, già in territorio ladakhi. Da qui la strada si inerpica ancora, le coltivazioni di grano ed orzo lasciano il posto a d un territorio polveroso, quasi desertico. Si raggiunge Shergol e poi Mulbeck, che con il suo monastero e la gigantesca statua del Buddha dell'avvenire, alta 8 metri e scavata nella roccia viva, segna la fine della zona a prevalenza mussulmana.

Continuando si valicano i passi di Namikala a 3750 metri ed il passo Fatula a 4180 metri e si entra nella valle del fiume Indo raggiungendo Lamayuru. Il suo gompa in posizione arroccata in cima ad uno spuntone eroso dal vento con alle spalle gli imponenti massicci montuosi è uno spettacolo unico.

La strada segue il corso del fiume in un susseguirsi di monasteri, bandierine di preghiera, "muri mani" e chorten, un inno alla spiritualità. Gli spazi sono immensi, il cielo basso e terso, la luce tipica dell'alta montagna.
E' qui che l'altopiano tibetano e l'Himalaya si incontrano. Wanla, Alchi e Likir, con i loro monasteri, sono le principali località che visiteremo seguendo la valle dell’Indo verso Leh.

Leh è un' ottimo punto di partenza per due escursioni:

  • La valle di Nubra
  • I monasteri di Thiksay ed Hemis - Il Gompa di Hemis, situato a soli 45 km, annidato in una bellissima valle, circondato da muri mani e da corsi d'acqua è uno dei monasteri più famosi, sede di un grande festival nel mese di giugno.

Infine la valle di Nubra, a nord di Leh, si raggiunge scavalcando l’altissimo passo del Kardungla (5602 metri), uno spazio incastonato tra i monti che custodisce monasteri e villaggi molto interessanti, dove anche solo la bellezza naturale costituisce un ottimo motivo per spingersi fin qui. La cornice di monti maestosi ha al suo centro delle insospettate dune di sabbia bianca lambite da due fiumi dove vivono i cammelli bactriani e si trovano laghetti nascosti e fonti termali.

Vai al programma del viaggio


Se ti piace, condividi:

Iscriviti al viaggio

Prossime attività

Appuntamenti

Maggio 2024
L M M G V S D
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Eventi

Maggio 2024
L M M G V S D
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2